/IL GAL
IL GAL 2019-03-21T09:50:02+00:00

LAVORIAMO PER VALORIZZARE LE ECCELLENZE DEL NOSTRO TERRITORIO

L’IDEA

L’idea di costituire un Gruppo di Azione Locale capace di intervenire nella porzione di territorio lombardo che si estende su parte delle Province di Lecco e di Bergamo, prende forma a seguito di incontri tra enti sovra comunali, comuni, associazioni ed imprese agricole locali, durante i quali emerge la volontà di collaborare per valorizzare le eccellenze locali.
Viene facilmente individuato un ampio spazio per sviluppare azioni intersettoriali, coerenti e strettamente collegate tra loro, da attuare tutti in sinergia convergendo verso un obiettivo comune: lo sviluppo del territorio.

Uno strumento ritenuto valido per perseguire tale obiettivo è il Piano di Sviluppo Locale.

La Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino è stata individuata quale soggetto capofila del Partenariato che si occuperà di lavorare a questo ambizioso progetto.

Al contempo è stata istituita una cabina di regia per la predisposizione del Piano di Sviluppo Locale formata dalla stessa Comunità Montana e dai quattro parchi: Parco Adda Nord, Parco Valle del Lambro, Parco del Monte Barro, Parco di Montevecchia e della Valle del Curone.

I TEMI STRATEGICI

Il gruppo di lavoro elabora il Piano di Sviluppo Locale con il contributo di importanti realtà private e di consulenti esperti, trasformando le caratteristiche del territorio in punti strategici del progetto, che possono riassumersi in tre temi chiave, qui evidenziati al fine di comprendere l’azione del GAL:

–      Tradizione agricola:

Il territorio ha una tradizione agricola radicata ed estesa e dispone di produzioni tipiche locali di pregio che necessitano della giusta valorizzazione, promozione, evoluzione;

–      Ambiente e Paesaggio:

Il territorio ha notevoli valenze ambientali e paesaggistiche con diffuse testimonianze di coesistenza tra paesaggio naturale ed elementi propri del paesaggio agrario. La formula innovativa del progetto risiede nella ritrovata condivisione della convivenza dinamica delle due anime;

–      Turismo rurale:

Il territorio è storicamente attrattivo per il turista ed ha potenzialità notevoli non ancora adeguatamente espresse proprio rispetto al turismo sostenibile, sia per le valenze ambientali che per quelle rurali ed enogastronomiche.

LA COSTITUZIONE DEL GAL

Nel 2016 il partenariato ottiene il finanziamento complessivo di 6.325.000 €, di cui 5.500.000 € per bandi di finanziamento del PSR dedicati unicamente al territorio proposto dal GAL.

Si costituisce così il Gruppo di Azione Locale “Quattro Parchi Lecco Brianza”: una società costituita tra soggetti privati e pubblici con lo scopo di promuovere investimenti nei settori dell’agricoltura, del turismo, della tutela ambientale.

I soci di questa nuova entità territoriale sono:

Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino
Parco Adda Nord
Parco Regionale della Valle del Lambro
Parco Monte Barro
Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone
Confagricoltura Como Lecco
Confartigianato Imprese Lecco
Consorzio Produttori Agricoli Parco di Montevecchia e Valle del Curone
Consorzio di tutela dell’Olio Extra Vergine di Oliva Laghi Lombardi D.O.P.
Cartiera dell’Adda srl
Associazione Regionale Imprese Boschive della Lombardia (A.R.I.B.L.)
Azienda Agricola Poppo

AGENZIA DEL TERRITORIO

A decorrere dalla costituzione e fino al 2021 il GAL pubblicherà bandi di cofinanziamento su agricoltura, foreste, acqua, agriturismo, filiere corte, ambiente e promuoverà le realtà locali di produttori e di servizi legati a queste tematiche.

Oltre alla realizzazione del PSL, il GAL intende organizzarsi ed agire come una vera e propria “agenzia del territorio” al fine di favorire le condizioni per lo sviluppo economico sociale e culturale, valorizzando le risorse disponibili, stimolando la collaborazione tra enti pubblici e imprese, enti ed associazioni private.

Un compito fondamentale sarà la promozione di azioni di sviluppo in tutti i settori di attività dell’ambiente rurale: tutela e miglioramento ambientale e delle condizioni di vita, agricoltura, artigianato, terziario, turismo e servizi socio-culturali secondo i principi dello sviluppo sostenibile.

Per questo il GAL si occuperà anche di definire progetti e piani di sviluppo da realizzarsi attraverso l’accesso a ulteriori risorse di fondi comunitari, nazionali o regionali.